La sciatica, il profumo dell’erba appena tagliata e la marmellata di peperoni

0

Acquista questa ceramica su Etsy

I tifosi della fiorentina avevano urlato di gioia quando diffusero la notizia che la società aveva comprato Mario Gomez, ex giocatore del Bayer Monaco, un campione, capace di risolvere le partite più difficili, promettente e fortissimo. Più o meno la stessa cosa che successe a me quando ho incontrato il mio futuro marito… più giovane di me, sportivo, scattante, mai stanco, una promessa, il fidanzato ideale, sano come un pesce.
Ora, io non so se siete tifosi di calcio ma Mario Gomez, è sceso in campo forse 5 volte e poi s’è rotto, grave infortunio al ginocchio, quindi l’hanno pagato un botto e non sanno quando si rimetterà e soprattutto non sanno dove buttarlo.
Stessa sorte è capitata al mì marito, vittima di una nevralgia al nervo sciatico, di conseguenza:
si muove pochissimo.
si lamenta tantissimo.
Domenica pomeriggio mi sono irrimediabilmente resa conto che in casa ci sono dei compiti che spettavano a Roberto e che avrei dovuto assolvere io, uno tra questi, oltre a buttare i sacconi della spazzatura, alzare pesi e tutta una serie di cose, c’era l’incombenza di tagliare l’erba del prato con la macchina falciatrice, una rottura di palle incredibile, faticosa e piena di insidie…
Nel pomeriggio, ho deciso di farmi coraggio e dopo essermi vestita con una tutaccia e un paio di comode scarpe da ginnastica ho afferrato il manubrio della macchina tosaerba e ho cominciato a spingere con tutta la forza che avevo, ho driblato le rose, crossato il gatto della vicina e i giocattoli di mio figlio, sono stata quasi colpita da un infarto scavalcando un dosso e ho preso un paio di storte per via di una serie di buche nel terreno…Alla fine, stravolta e sudaticcia ho alzato la testa e ho sentito mio marito dire: “ ma cara, spingevi spingevi la macchinetta ma non sai che basta premere la leva e la macchina si muove senza sforzi hahahaha…” Maremma cane lo volevo ammazzà!
Se pensate che la storia sia finita qui vi sbagliate, quando sono finalmente entrata in casa per riposarmi ho sentito una gran puzza e mi sono resa conto che con la macchinetta ero passata sopra ad una cacca appena fatta da quel maledetto gatto dei vicini e che gli schizzi mi erano finiti tutti addosso, una vera giornata di merda altro che il profumo dell’erba appena tagliata!

Marmellata di peperoni rossi

4 kg di peperoni rossi
2 kg di zucchero
scorza grattugiata e succo di mezzo limone
cannella un cucchiano raso
peperoncino se vi piace qb

Pulire i peperoni togliete i semi e i filamenti, tagliateli a pezzetti e mettete tutto in tegame insieme agli altri ingredienti e far cuocere.
Frullate tutto e rimettete sul fuoco fino alla consistenza desiderata.

Invasare la marmellata in barattoli sterilizzati, chiudere e capolgere il barattolo, lasciar raffreddare coperti con un pannoRicetta, fotografia e piatto in ceramica di Cinzia Bardelli

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>