Pipe rigate con ricotta, salsiccia e fiori di zucca

0

Oggi è stata una giornatina del cavolo, nel senso che non ne è andata una dritta, al lavoro è stato tutto un via vai di pazzi scatenati, a casa da mangiare non c’era praticamente niente e il mio figliolo non voleva assolutamente dormire e allora si, che si è scatenato il delirio…
Ho provato ad addormentarlo guardando per la settecentesima volta il film del trenino thomas, un trenino vintage di legno che a dirla tutta piace parecchio anche a me però c’è un limite a tutto.
Dopo il filmino è voluto uscire fuori a giocare con il trattore e ha preteso che caricassi una carriola giocattolo di sassi perché doveva lavorare con la ruspa, s’è addirittura arrabbiato perché non ero abbastanza veloce nella consegna del materiale, dentro di me speravo crollasse da un momento all’altro ma non è stato così e allora ho avuto la solita idea di ripiego ovvero, caricarlo in macchina con la scusa di andare a vedere una ruspa e tentare i famosi 35 giri del paese che stordirebbero chiunque e infatti dopo una ventina di minuti con la musica della radio a tutto volume s’è leggermente addormentato e sarebbe andato tutto bene se quella maledetta radio non avesse deciso di far ascoltare quel tormentone dei mondiali 2010 con shakira che sgambetta come una matta, quella canzone, gliela propinano sempre al nido per farli ballare, ho alzato lo sguardo per vedere dallo specchietto se stava dormendo e l’ho visto con le mani per aria tutto contento che sgambettava come Enzo Paolo Turchi….

Pipe rigate con ricotta, salsiccia e fiori di zucca
Ingredienti per 4 persone

400 gr di pasta
un cucchiaio di olio extra vergine di oliva
mezza cipolla
3 salsicce fresche
mezzo bicchiere di vino bianco
10 fiori di zucca
300 gr di ricotta fresca

Sbriciolate con le mani la salsiccia e rosolatela bene, aggiungete la cipolla tagliata finemente e sfumate con il vino.
Infine, aggiungete i fiori ai quali avrete tolto i pistilli, continuate la cottura per alcuni minuti, aggiungete la ricotta, se necessario amalgamatela con un paio di cucchiai di acqua calda.
Scolate la pasta e amalgamate il tutto.

Ricetta e fotografia Cinzia Bardelli