Testaroli ai funghi misti

0

I testaroli li mangio spesso all’enoteca sopra casa mia e devo dire che adoro quella consistenza spugnosa, la loro “morte “ è con il pesto.
Mi sono documentata molto su internet e ho scoperto che giustamente ci sono intenditori che si sentono raccapricciare le budella se provi a dirgli che li hai fatti con la padella antiaderente ma io il camino e i famosi testi di coccio non ce l’ho, però non sono una che si accontenta poi così facilmente e quindi se ho deciso di postarli significa che tutta questa grande differenza non ce l’ho trovata e che i testaroli fatti in casa nella padella antiaderente non sono male e soprattutto quelli comprati costano diversi soldi e sono semplicemente fatti con acqua e farina.

Ingredienti per 4 persone
Per i testaroli
150 gr di farina di grano duro
150 gr di farina di grano tenero
320 gr di acqua
sale qb

Ingredienti per il sugo

600 gr di funghi misti
una fetta di rigatino tagliata spessa e tagliata a dadini( non tagliate via la parte superiore con il pepe)
uno spicchio di aglio
due cucchiai di olio extra vergine di oliva
peperoncino qb
sale qb
pecorino a scaglie quanto vi ci piace.

Dunque per la pasta, amalgamate le due farine e l’acqua, lasciate riposare una mezz’ora.
Mettete la padella antiaderente di 28 cm sopra lo spargi fiamma e quando sarà bella calda, versate  due ramaioli di pastella e cuocete i dischi 4,5 minuti da un lato e due minuti sull’altro, fateli raffreddare e poi tagliateli a rombi, cuoceteli in acqua bollente salata a fiamma spenta per 2 minuti, scolateli e fateli saltare in padella con il sugo.
Per il sugo, rosolate l’aglio con l’olio per un minuto e mettete i dadini di pancetta, rendeteli belli croccanti poi aggiungete i funghi e fateli saltare per benino per una decina di minuti.

Ricetta e fotografia Cinzia Bardelli