La crostata di carote e mandorle del Bianconiglio

0

Ultimamente penso spesso a mia nonna e alla sua crostata di carote e mandorle, era il suo cavallo di battaglia, peccato che se ne sia andata senza averla scritta da nessuna parte, portandosi con sè quel dolce segreto per sempre .
Proprio ieri sera, mentre me ne stavo sdraiata sulla poltrona di sala ecco all’improvviso passare un Bianconiglio, senza scherzi, un Bianconiglio in persona ,col panciotto arancio carota e l’orologio da taschino del mio povero nonno in tasca.
Non sapevo se essere più sorpresa nel vedere questo personaggio in carne ed ossa o aver scoperto finalmente  il mistero dell’orologio da taschino smarrito chissa’ dove.

In casa, sto facendo dei lavori di ristrutturazione e quindi è tutto pieno di buchi e di scatoloni, “ o dove diamine si sarà andato a intrufolare quel ladro di orologi da taschino di nonni estinti” ho pensato tra me e me….ma eccolo risbucare di nuovo dallo scarico del bagno mezzo bagnato e con la carta igienica legata al collo… “ciao” m’ha detto mezzo trafelato “ciao” gli ho risposto io, dopodiché il silenzio ci ha avvolti come nebbia novembrina …….e poi puff, è sparito di nuovo….
li per lì ho dato la colpa al prosecco dell’aperitivo ,ma poi Il giorno dopo ripensando all’accaduto ho messo insieme alcuni indizi, tipo: nella mensola di cucina c’erano due pacchi di merendine,uno del lidl  e uno della pasticceria sotto casa, bene, quello del lidl era intero mentre nell’altro c’erano rimasti solo i pirottini di carta vuoti e io non ricordavo proprio di averli mangiati, poi ci sono stati quegli strani rumori in bagno e il filo interdentale ritrovato tutto arrotolato nello spazzolino del gabinetto….secondo me il colpevole è proprio lui, passi le merendine ma l’orologio di mio nonno Gastone no e poi no , deve restituirmelo.

Stamani mattina  ci siamo incontrati di nuovo, stavolta  s’è presentato proprio mentre facevo colazione in cucina e in lacrime ,singhiozzando  mi ha detto “ cara signorina, io lo so che lei è un po’ contrariata per via dell’orologino ma io ,sono stato costretto a  prenderlo, Alice mi aspetta per l’ora del tè e io avendo perso il mio, dovevo per forza prendere quello di qualcun‘altro abbia pazienza, mica potevo andare in giro con l’orologio a cucù di mia zia Guidobalda nel taschino? , in cambio potrei però omaggiarla donandole la mia ricetta segreta preferita, quella della crostata di carote e mandorle… se le interessa eccola qua.

Traduzione
Grattugiate le carote,aggiungete un tuorlo,le mandorle passate al mixer in modo che siano finissime, un albume montato a neve e un etto di zucchero,imburrate e infarinate uno stampo .
In una terrina, mettete un uovo intero,una chiara, 250 g di farina, 2 cucchiai di zucchero, un etto di burro ammorbidito,un pizzico di sale,mezza bustina di lievito, impastare e far riposare in frigo per circa mezz’ora.
metere La pasta nello stampo e aggiungere il composto.
Infornare per 30 minuti a 180°.

Ricetta del Bianconiglio, foto e racconto di Cinzia Bardelli