Spigole all’acqua pazza e la vacanza al mare

0

Sono appena tornata dalla vacanza al mare, che si è rivelata una cosa simile a una tortura cinese, mio figlio si è svegliato tutte le sante mattine alle 7,10 pronto per la spiaggia, mentre durante tutto il resto dell’anno, fatico una buona mezz’ora per riuscire a tirarlo giù dal letto per andare all’asilo…..verso le 8 si lanciava in spiaggia come un missile, con la pala in mano e il secchiello in testa pronto per cercare tesori nascosti: conchiglie, tappi di birra, cicche di sigaretta, bastoncini….contento matto….

Le mattinate, in linea generale sono trascorse tra una palettata di sabbia tirata in testa a me e due al suo babbo, poi un bagno di due ore e infine il pranzo. ..Dai Diego mangia dai Diego mangia…forza dai …..

Verso le 2 cominciavano i nostri patetici tentativi di farlo addormentare, tentativi finiti quasi tutti a schifio, con conseguente voglia di passare il bimbo sotto il gas pur di rilassarci un attimo….
Intorno alle 15, mentre a me e a Roberto ci ciondolava la testa, tipo quei canini di plastica che le donnine mettevano sul retro delle  Fiat 126,  mio figlio sembrava avesse mangiato una scatola di mortaletti …il pomeriggio, proseguiva carponi sulla spiaggia a giocare alla Piston cup con Saetta MC Queen e tutte le altre maledette macchinine, naturalmente non potevamo nemmeno farci prendere dal gioco e vincere.
A dire il vero, La cosa più terribile di tutte, era la televisione, si vedeva solo un canale, che trasmetteva esclusivamente episodi di Peppa Pig, il suddetto maiale, in genere, non piace nemmeno a mio figlio ma siccome alla tele c’era solo quello, si era appassionato pure lui….
Decine e decine di episodi, dove quel maiale se la rideva come un matto e alla fine di ogni puntata si lanciava per terra a gambe ritte….

Non nego amici carissimi che dopo una settimana c’avevo le scatole piene di Peppa, della sabbia, dell’afa, delle mozzarelle, mi era venuta in odio perfino la musichina del bagno accanto, per cui, quando a mio marito è saltata un otturazione di un dente, io ero contenta matta e siamo andati via qualche ore prima.

 Orata all’acqua pazza
ingredienti per 4 persone

Un bicchiere di vino bianco
Mezzo bicchiere di acqua
25 pomodori ciliegini
3 spicchi di aglio
un bel ciuffo di prezzemolo
sale pepe qb
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Prendete una padella dai bordi alti, adagiate le spigole, ben pulite e squamate, ponete in ognuna, mezzo spicchio di aglio, successivamente, aggiungete tutti gli altri ingredienti, coprite con un coperchio e cuocete per circa 20 minuti a fuoco medio.

Ricetta di Giovanni Grizi fotografia Cinzia Bardelli